Cinque vantaggi di un brevetto

Riguardo al concetto di ‘brevetto’ esistono molti preconcetti. Non tutti sono consapevoli dei molti vantaggi che un brevetto può offrire a un’azienda. In una società che cambia e si sviluppa sempre più rapidamente, un brevetto viene spesso considerato una costosa limitazione anziché un mezzo per diffondere e stimolare innovazione e sviluppo. Per liberarsi da questi preconcetti e mettere invece in evidenza i vantaggi meno noti dei brevetti abbiamo illustrato qui di seguito cinque loro grossi vantaggi.

I vantaggi di un brevetto vanno ben oltre la sola diretta protezione di un’invenzione. A seconda del suo background e delle sue ambizioni, questi vantaggi secondari possono venire sfruttati in diversi modi e contribuiscono a creare un’azienda forte e in crescita. DOGIO Patents si occupa non solo di curare il deposito della domanda di brevetto, ma le offre anche assistenza e consulenza su come lei possa sfruttare il brevetto in modo efficace a suo vantaggio.

1. Protezione del prodotto

Con un brevetto lei si crea una posizione dalla quale può proteggere la sua invenzione e prevenire così che parti terze possano impunemente copiarla, facendole perdere il molto tempo e denaro investiti. Brevettando l’invenzione, stabilisce inoltre la sua posizione nel suo campo specifico. Senza il suo consenso nessuno può copiare o applicare la sua invenzione.

2. Vendita della licenza

Il brevetto non solo la tutela nel senso che parti terze non possono sottrarle un’invenzione così facilmente, ma è anche una fonte extra di guadagno e un’opportunità: quella di diffondere un’innovazione rapidamente in un grande mercato.

Con un brevetto vanta un diritto patrimoniale che le dà la possibilità di vendere a parti terze i diritti di licenza dell’invenzione. In questo modo altri ottengono il diritto di utilizzare la sua invenzione. Soprattutto per le start-up più piccole, caratterizzate da una limitata capacità di produzione all’inizio, questo può essere un ottimo modo per diffondere l’invenzione in modo rapido in tutto il mercato. Senza perdere denaro perché parti terze sfruttano gratuitamente la sua invenzione. Allo stesso tempo la vendita dei diritti di licenza offre anche la possibilità di affidare in outsourcing alcune parti di un’azienda. In questo modo lei si può concentrare interamente sull’ulteriore innovazione della sua impresa.

Per dare ai titolari di brevetti la possibilità di valorizzare ancora di più i loro brevetti è stata istituita di recente una banca dati delle licenze di brevetto nei Paesi Bassi che funziona da piattaforma dove imprenditori e titolari di brevetti possono incontrarsi, al fine di facilitare lo scambio di innovazioni. Per maggiori informazioni sulla banca dati clicchi qui.

3. Sicurezza per banche e investitori

Le start-up all’inizio dipendono spesso dagli investitori, da una banca o altre forme di finanziamento. Le imprese più grandi dipendono invece dall’appoggio degli azionisti. Per investitori e azionisti è interessante investire in una società che protegge un prodotto innovativo, quando i diritti del prodotto innovativo possono venire concessi a terzi in licenza d’uso. Ciò crea meno incertezza riguardo all’investimento che viene effettuato. Pertanto investitori e azionisti valutano molto positivamente un brevetto.

4. Stimolo all’innovazione

Spesso si pensa che brevettando un’invenzione si impedisce ad altri di applicarla. Questo non è affatto lo scopo del sistema dei brevetti. Un brevetto dà in effetti al titolare del brevetto un diritto esclusivo. Tuttavia ci si aspetta esplicitamente dal titolare del brevetto, ovviamente a fronte di un ragionevole compenso, che permetta a terzi di accedere all’invenzione. Qualora il titolare di un brevetto si rifiuti, chi vuole utilizzare l’invenzione può perfino esigere di usarla. In casi estremi questo si risolve davanti al giudice, che determina l’ammontare ragionevole del compenso. Il sistema dei brevetti non coglierebbe nel segno se proteggesse un’invenzione al punto da impedirne l’uso in qualunque parte del mondo. Potrà sembrare una limitazione del brevetto, ma di fatto questo stimola il continuo sviluppo in un determinato settore e – grazie agli accordi di licenza – crea la possibilità di diffondere le innovazioni in modo rapido e lucrativo in tutto il mondo.

5. Vantaggi per il titolare del brevetto e per il suo settore specifico

Una domanda di brevetto viene pubblicata nella letteratura brevettuale. Questo significa che le informazioni diventano accessibili in tutto il mondo. Ad esempio per mezzo della banca dati dei brevetti prima citata. La divulgazione a livello mondiale di un’invenzione priva di domanda di brevetto ha come effetto quello di incentivare parti terze a copiarla e a diventare concorrenti. L’alternativa è mantenere segreta l’invenzione. Questo però pone dei limiti in quanto l’invenzione non è protetta e non è possibile venderne i diritti di licenza. Soprattutto quest’ultimo punto limita l’azienda che dovrà produrre e utilizzare da sola l’invenzione.

Annunciare al mondo un’invenzione o pubblicarla sotto forma di domanda di brevetto ha come conseguenza che terzi vengono a conoscenza dell’invenzione e divengono anche consapevoli della possibilità di acquistarne i diritti di licenza. Nei Paesi Bassi è stata istituita allo scopo un’apposita banca dati. Contemporaneamente gli esperti del settore – basandosi su quell’invenzione – vengono incentivati a pensare ad un ulteriore sviluppo che possa essere definito invenzione e finire nella letteratura brevettuale. Il sistema dei brevetti costituisce pertanto uno stimolo allo sviluppo della tecnologia. DOGIO Patents l’assiste durante i suoi primi passi in questo sistema globale di sviluppo della tecnologia esaminando l’invenzione che desidera proteggere e gli obiettivi che lei si prefigge.